Torino 2030? Basta islamismo!

Dopo l’arresto a Torino di Mouner El Aoual, l’uomo di origini marocchine vicino all’ISIS accusato di attività terroristica internazionale e che faceva propaganda jihadista, Generazione Identitaria Torino è scesa in strada contro l’islamismo.

Stanotte alcuni attivisti hanno messo il burqa alla statua femminile della Fontana Angelica in Piazza Solferino a Torino. Un atto simbolico, per dimostrare cosa succederà alle nostre figlie e mogli, ed alla nostra cultura, qualora si continui a perserverare nel non vedere come l’Islam agisce ed opera oggi nella nostra Europa e nelle nostre città.

Gli identitari denunciano la complicità delle nostre istituzioni che, rinunciando alla difesa delle frontiere, hanno permesso all’islamismo di radicarsi sul territorio piemontese.

Se non reagiremo, questo sarà il futuro dell’Europa. Destare le coscienze è necessario ora come non mai, dal momento che i risultati della Grande Sostituzione sono già evidenti nelle maggiori città italiane.

È questo il futuro che ci spetta? Noi identitari rispondiamo con un secco NO all’islamizzazione dell’Italia!
Restare indifferenti non è più un’opzione.
Non permetteremo al globalismo di compiere questo passo: Torino, l’Italia e l’Europa devono rimanere di chi le ha costruite!