Manifestazione Identitaria a Berlino: un successo scomodo

La manifestazione pan-europea degli identitari, che quest’anno si è tenuta a Berlino con partenza presso la stazione di Gesundbrunnen, è stata un successo. Per il quarto anno consecutivo gli Identitari battono il record di partecipazione, che quest’anno si è attestato ai 1400 manifestanti.

Presenti tutte le sezioni europee, con un’ovvia prevelenza dei padroni di casa, i sodali di Identitäre Bewegung Deutschland. Anche quest’anno l’Italia non è mancata all’appuntamento, e ha mandato una delegazione di militanti tra i quali il presidente Lorenzo Fiato che ha tenuto un discorso ai partecipanti poco prima della partenza del corteo.

Come annunciato, non sono mancati i contro-cortei dei collettivi antifascisti, che ne hanno approfittato per sobillare immigrati, principalmente turchi, che hanno ripetutamente insultato gli identitari ed esposto bandiere turche alle finestre. Incredibilmente, la Polizia ha concesso ai collettivi antifascisti di bloccare le strade con sit-in improvvisati, all’inizio sgomberati svogliatamente e poi non più rimossi, causando un blocco totale del corteo a circa metà del percorso previsto. In quel momento la tensione si è accesa, per opera dei soliti provocatori anarchici ed antifascisti, e la Polizia ha provveduto a sospendere la manifestazione identitaria che, ripetiamo, era regolarmente autorizzata, “scortando” con atteggiamento ostile gli identitari alla stazione della metropolitana per disperderli velocemente.

Il nostro movimento è stato deliberatamente oppresso con un provvedimento folle, che ha vietato una manifestazione in itinere, su chiare pressioni politiche. Il blocco antifascista era tutto sommato poco consistente, certamente molto meno di quello sgomberato più volte a Vienna negli scorsi anni, e sgomberarlo sarebbe stato agevole. Certamente il nostro corteo è stato qualcosa di poco gradito nello stato di polizia che è diventato la Germania, ma la nostra lotta continuerà, in Germania come altrove, non abbiamo ancora finito con Berlino.

EUROPA – JUGEND – RECONQUISTA